Comunicati stampa · Le nostre iniziative

Petizione “No Ius Soli”. Banchetto di FDI-AN SACILE

Fratelli d’Italia-An Sacile ha organizzato un banchetto per chiedere ai cittadini di aderire alla petizione contro la legge sullo “Ius Soli” durante il mercato settimanale. Il partito, coordinato da Francesco Morabito, ha raccolto in poco meno di tre ore un centinaio di firme: «Un’ottima partecipazione che dimostra quanto il tema sia sentito e non deve essere sottovaluto. Noto, da parte dei promotori della legge sullo Ius Soli, molta faciloneria e semplicismo. Noi cerchiamo di fare massa critica e confidiamo in una riflessione meno frettolosa da parte del Governo».

Ma quali sono i motivi del No da parte del partito guidato a livello nazionale da Giorgia Meloni? «Vogliamo fugare ogni dubbio, il “No” del nostro partito non è un “No” a prescindere: siamo semplicemente contro una proposta di legge che ha molti limiti di metodo e di merito. Penso solo alla seconda parte del provvedimento di legge chiamato “Ius culturae”: mi sembra folle pretendere che, con la sola ex “licenza elementare”, una persona acquisisca e introietti i valori sanciti nella nostra Costituzione perché è noto a tutti che gli approfondimenti storici, giuridici e valoriali adeguati vengono affrontati tra la terza media e il biennio delle scuole superiori. Una discussione seria e profonda come questa non può essere trattata come una soluzione salvifica per l’annoso problema dell’integrazione, poiché ridurrebbe tutta la complessa vicenda ad un enorme pasticcio che aggraverebbe ancora di più la situazione sociale e la convivenza civile del paese»

Francesco Morabito

Coordinatore FDI-AN Sacile

Il direttivo di Fratelli d’Italia Sacile.

FOTOIUSSOLI

Comunicati stampa · Rassegna stampa

Affissioni/Papiri di Laurea. Dopo l’ondata di multe, rinnoviamo il nostro appello!

Apprendiamo con grande sorpresa che nei giorni scorsi sarebbero state multate molte associazioni (persino il Comune della città di Sacile) per delle affissioni ritenute abusive. Fratelli d’Italia Sacile, con senso di responsabilità e spirito di iniziativa, aveva avanzato le sue proposte tramite mezzo stampa, ma il Comune non ci ha risposto ed ora quest’ultimo si trova multato a sua volta. Rinnoviamo dunque l’appello perché si risolva questa annosa questione. Le nostre proposte sono chiare:

  1. cambiare il regolamento delle affissioni, permettendo quelle non a scopo di lucro
  2. installare una bacheca per i Papiri di laurea nel centro storico (Se non piazza del popolo, Parco dell’Ortazza, sarebbe perfetto), come è avvenuto anche nella città di Padova al Palazzo del Bò.

Confidiamo che il Comune possa finalmente prendere in considerazione le nostre proposte e nell’attesa che altri cittadini e il nostro Comune vengano ulteriormente multati, vi proponiamo il comunicato stampa che abbiamo inviato agli organi di stampa.

 

«Avevamo lanciato un appello al Comune perché risolvesse e facesse chiarezza sulla questione Papiri di laurea/affissioni, purtroppo, dopo non aver ricevuto alcuna risposta, siamo stati cattivi profeti e oggi scopriamo che molte associazioni -persino il Comune della città di Sacile- sono state multate per delle affissioni ritenute abusive» Francesco Morabito commenta così la notizia dell’ondata di multe che ha coinvolto molti enti della città liventina. Il coordinatore di Fratelli d’Italia Sacile rinnova dunque il suo appello al Comune «Non tergiversi ulteriormente! Modifichi immediatamente il regolamento comunale sulle affissioni permettendo solo quelle di laurea e quelle non a fine di lucro, e installi una bacheca per l’affissione dei Papiri. Rinnoviamo ulteriormente queste proposte nella speranza che il Comune possa ascoltarci in modo da evitare questi disagi che hanno sinceramente dell’incredibile. L’amministrazione batta un colpo!»

papirigiornale (2)

Comunicati stampa · Senza categoria

Nota di FDI-An sul bilancio

 

Il direttivo di Fratelli d’Italia ha analizzato il bilancio approvato dal consiglio comunale il 27 marzo e, dopo una proficua discussione, ha espresso il suo giudizio sull’operato dell’amministrazione. Considerato che il bilancio di previsione si caratterizza per un evidente funzione di “Mantenimento” e considerando che, secondo questo principio, i conti risultano in ordine, il direttivo approva il bilancio presentato dall’amministrazione comunale.

Nonostante il nostro giudizio complessivamente positivo, segnaliamo qualche criticità che ci auguriamo vengano risolte dalla giunta. Fratelli d’Italia Sacile non condivide la diminuzione della spesa per la sicurezza e per le “politiche giovanili”.  Non condividiamo soprattutto la spesa di 625 mila euro per il campo secondario dello Stadio XV Aprile, crediamo che quei soldi sarebbero stati più utili al sostegno delle giovani fasce d’età piuttosto che al rifacimento del manto erboso di una squadra di terza categoria.

cropped-cropped-cropped-fdisacile3.jpg

Comunicati stampa

Papiri di laurea. «Chiarezza o pensare ad altre soluzioni»

 

Dopo le polemiche sollevate dal consigliere Zuzzi, il caso “papiri di laurea” è approdato in Consiglio comunale. L’accesa discussione ha visto unito tutta l’assise nel considerare questa pratica come “non lesiva per il decoro urbano della città”. Purtroppo però, i papiri in piazza del popolo sono sempre di meno. Come mai?

 

Paura, sembrerebbe la prima risposta , come dichiara Francesco Morabito «Purtroppo confermo che, nonostante la discussione in consiglio, la paura delle multe si è diffusa sia tra i ragazzi, sia tra i commercianti che permettevano l’affissione di queste opere fuori dai propri esercizi. Come sostenuto da molti consiglieri, questa pratica non è assolutamente lesiva del decoro urbano e non ha mai dato fastidio alcuno, quindi chiedo all’amministrazione comunale di comunicare con chiarezza se da ora in poi verrà sanzionata questa pratica o se, come mi auguro, verrà restaurato quel regime di tolleranza che ha sempre regnato nella nostra città»

 

Il coordinatore di Fratelli d’Italia Sacile avanza poi una proposta: «Laddove l’amministrazione dovesse confermare che non sia più possibile affiggere i papiri nel centro cittadino, chiedo ufficialmente che la stessa giunta si prenda l’onere di recuperare una bacheca per le affissioni ad hoc dei papiri di laurea, perché non si può chiedere ai commercianti e alle loro vetrine di coprire questo vuoto. E non si tirino in ballo le possibili difficoltà sollevate dalla Sovrintendenza, perché a Padova, presso il Palazzo del Bo edificio storico in pieno centro, è installata una bacheca dedicata a questa pratica!»

 

 

Francesco Morabito

 

Coordinatore FDI-AN Sacile

 

 

Il direttivo di Fdi-An Sacile

 

Comunicati stampa · Senza categoria

Via Bellini. Le soluzioni di FDI ad una scelta infelice e pericolosa.

Pubblichiamo il comunicato stampa di Fratelli d’Italia Sacile sulla viabilità e il senso di marcia in Via Bellini che ha provocato diversi incidenti in questi anni.

 

Fratelli d’Italia ha osservato i mutamenti della viabilità cittadina e, constatato che l’amministrazione comunale ha più volte manifestato l’idea di realizzare il “ring” cittadino ma che questo non è ancora in via di realizzazione, ritiene insostenibile il senso di marcia attualmente in vigore in via Bellini che ha provocato diversi incidenti in due anni.

«Ormai è chiaro a tutti: quell’incrocio è un pericolo per tutti, pedoni e automobilisti. Chiediamo all’amministrazione comunale di fare chiarezza: il ring, promesso da anni, si farà o non si farà? Se sì, tra quanto?» chiede Francesco Morabito, coordinatore di Fratelli d’Italia Sacile, che prosegue affermando «E’ stato assurdo cambiare immediatamente i sensi di marcia in via Bellini e in via Gardini, senza avere la sicurezza di poter realizzare contemporaneamente il ring. Una leggerezza che è costata ai nostri concittadini diversi incidenti»

Acclarate le criticità dell’incrocio, Fratelli d’Italia propone due soluzioni all’amministrazione comunale «La nostra linea è chiara:

 

  1. se il “ring” non sarà realizzato in tempi brevi, chiediamo il ripristino immediato della viabilità precedente,

    invece,

  2. se il “ring” fosse in fase di realizzazione chiediamo al Comune di rendere indisponibile due unità di parcheggio in Viale Trieste, in modo da rendere facilitata e meno pericolosa la svolta verso sinistra. Inoltre chiediamo di attuare severi controlli e punire chi, in barba alle norme di sicurezza previste dal codice della strada, parcheggia sulle aree di traffico e sugli spazi adibiti al carico e scarico»

 

Francesco Morabito

Coordinatore Fratelli d’Italia Sacile

Il direttivo di Fratelli d’Italia Sacile.

 

 

Comunicati stampa · Senza categoria

Comunicato stampa su proposte riguardanti vaccinazioni obbligatorie e riforma Province 

Fratelli d’Italia torna nell’agone politico sacilese con un nuovo direttivo e un nuovo coordinatore, il giovane Francesco Morabito.

La formazione politica si ripresenta ai cittadini con due ordini del giorno che tramite il gruppo comunale della Lega Nord arriveranno al più presto all’interno del Consiglio comunale della città:

«Ringrazio il gruppo consigliare della Lega Nord e l’assessore Gava per l’opportunità di far sentire la nostra voce all’interno del consiglio comunale, una collaborazione che darà i suoi frutti e che ci vedrà condurre battaglie che le nostre formazioni condividono.  Porteremo già due ordini del giorno all’interno del Consiglio: una sull’obbligatorietà della vaccinazioni, l’altra sulla restaurazione delle Province.

Nel primo caso chiediamo al comune e alla Giunta di intraprendere ogni iniziativa utile affinché venga introdotto l’obbligo vaccinale anche in tutte le strutture di servizi educativi e ricreativi pubblici e privati  e di estendere queste iniziative anche a livello regionale. Nel secondo caso invece, visto il risultato referendario e constatato che saremo l’unica Regione senza tale istituzione chiediamo di procedere nelle sedi opportune e con i mezzi di pressione adeguati per riabilitare  l’istituzione Provincia, presidio di identità territoriale e istituzione fondamentale di raccordo tra le amministrazioni comunali e il centro regionale. Proponiamo in questo senso due soluzioni:

  • Proporre, insieme agli altri comuni dell’area pordenonese, una modifica allo Statuto regionale che introduca nuovamente l’ente Provincia, eletta direttamente dai cittadini.


  • Proporre insieme agli altri comuni dell’area pordenonese la creazione di un’unica UTI che ricalchi totalmente la conformazione di quella che fu la vecchia Provincia di Pordenone, e ne riassegni le competenze amministrative già esercitate in passato.»

Morabito detta anche la linea di Fratelli d’Italia da qua in avanti: «Nonostante siamo rimasti fuori dal Consiglio comunale, daremo il nostro contributo al dibattito politico. Tutti i provvedimenti che rientreranno all’interno del programma elettorale da noi sottoscritto vedranno il nostro appoggio, mentre gli altri provvedimenti verranno valutati volta per volta. Questa è l’indicazione del direttivo che orgogliosamente coordino e nel quale è presente Roberto Cao, che noi tutti ringraziamo per il lavoro svolto e per la voce data al partito in questi due anni»
IL DIRETTIVO DI FDI-SACILE
IL COORDINATORE COMUNALE
Francesco Morabito