Comunicati stampa · Rassegna stampa

Affissioni/Papiri di Laurea. Dopo l’ondata di multe, rinnoviamo il nostro appello!

Apprendiamo con grande sorpresa che nei giorni scorsi sarebbero state multate molte associazioni (persino il Comune della città di Sacile) per delle affissioni ritenute abusive. Fratelli d’Italia Sacile, con senso di responsabilità e spirito di iniziativa, aveva avanzato le sue proposte tramite mezzo stampa, ma il Comune non ci ha risposto ed ora quest’ultimo si trova multato a sua volta. Rinnoviamo dunque l’appello perché si risolva questa annosa questione. Le nostre proposte sono chiare:

  1. cambiare il regolamento delle affissioni, permettendo quelle non a scopo di lucro
  2. installare una bacheca per i Papiri di laurea nel centro storico (Se non piazza del popolo, Parco dell’Ortazza, sarebbe perfetto), come è avvenuto anche nella città di Padova al Palazzo del Bò.

Confidiamo che il Comune possa finalmente prendere in considerazione le nostre proposte e nell’attesa che altri cittadini e il nostro Comune vengano ulteriormente multati, vi proponiamo il comunicato stampa che abbiamo inviato agli organi di stampa.

 

«Avevamo lanciato un appello al Comune perché risolvesse e facesse chiarezza sulla questione Papiri di laurea/affissioni, purtroppo, dopo non aver ricevuto alcuna risposta, siamo stati cattivi profeti e oggi scopriamo che molte associazioni -persino il Comune della città di Sacile- sono state multate per delle affissioni ritenute abusive» Francesco Morabito commenta così la notizia dell’ondata di multe che ha coinvolto molti enti della città liventina. Il coordinatore di Fratelli d’Italia Sacile rinnova dunque il suo appello al Comune «Non tergiversi ulteriormente! Modifichi immediatamente il regolamento comunale sulle affissioni permettendo solo quelle di laurea e quelle non a fine di lucro, e installi una bacheca per l’affissione dei Papiri. Rinnoviamo ulteriormente queste proposte nella speranza che il Comune possa ascoltarci in modo da evitare questi disagi che hanno sinceramente dell’incredibile. L’amministrazione batta un colpo!»

papirigiornale (2)

Rassegna stampa

Rassegna stampa. Messaggero Veneto su Vaccinazioni e risposta a Tomasella.

Rispondiamo al consigliere Tomasella che in Consiglio comunale ha discusso (per trenta minuti, sic!) l’opportunità che sulla mozione da noi proposta e accolta dalla Lega Nord ci fosse il nostro simbolo. Pur rispettando l’obiezione politica mossa dal consigliere, ci sembra assurdo polemizzare per mezz’ora su una questione puramente formalistica.

In primo luogo, il regolamento permette l’inserimento di un simbolo di partito, anche qualora non fosse presente in Consiglio Comunale, a patto che il primo firmatario della mozione sia un consigliere e che ci sia l’autorizzazione del suddetto partito all’utilizzo del simbolo.

In secondo luogo, al di là della questione formalistica, visto che la mozione (così come confermato dal primo firmatario) è stata proposta dal nostro movimento, crediamo sia normale che su tale mozione ci fosse il nostro simbolo.

Far perdere trenta minuti all’assise comunale per queste piccolezze ci sembra veramente fuori luogo.

Ps: in un paese normale si riflette prima di polemizzare sul nulla. Con affetto 🙂

 

IMG_6789 vaccinazioni